Contromisure per accelerare la formazione di nuovi vantaggi nella competizione internazionale di produzione

- Jul 31, 2018 -

Se sia possibile ottenere il potenziamento industriale e costruire un settore manifatturiero di una certa scala e la competitività internazionale sia il fulcro di una crescita economica stabile e la condizione fondamentale per assicurare la transizione graduale della dinamica di crescita economica. Negli ultimi anni, il potenziamento industriale della Cina è progredito costantemente. Dovremmo sforzarci di cogliere il periodo dello sviluppo produttivo globale e cambiare le opportunità, concentrarci sull'ottimizzazione dell'ambiente aziendale e del mercato, mantenere il modello globale aperto, promuovere il continuo aggiornamento dell'industria manifatturiera cinese e cercare di creare nuovi vantaggi nella competizione internazionale.

Negli ultimi anni, lo sviluppo dell'economia reale della Cina ha affrontato molte sfide, come una grave sovraccapacità, l'aumento dei costi di produzione, vincoli di risorse e ambientali, e l'introduzione della tecnologia bloccata. Se il miglioramento industriale può essere attuato senza intoppi e l'industria manifatturiera con una certa scala e competitività internazionale è il fulcro della crescita stabile dell'economia e la condizione fondamentale per garantire la transizione graduale della dinamica di crescita economica.

Dal confronto internazionale, il potenziamento industriale della Cina sta progredendo costantemente

La produzione è il cuore dell'economia reale. Nelle economie sviluppate del mondo, ad eccezione di un numero molto ridotto di paesi basati sulle risorse, sia i paesi grandi che quelli piccoli hanno settori manifatturieri più o meno competitivi a livello globale. Ad esempio, le macchine di litografia di fascia alta nei Paesi Bassi, gli strumenti e i prodotti farmaceutici in Svizzera, l'industria farmaceutica a Singapore, le comunicazioni e l'aviazione in Svezia, l'industria della strumentazione e delle comunicazioni in Israele e l'industria delle comunicazioni in Finlandia.

Come potenza globale, lo sviluppo e il miglioramento dell'industria manifatturiera è la base per determinare la forza economica. Nell'attuale situazione di pieno sviluppo dell'integrazione globale e di una profonda integrazione e competizione tra i paesi, la posizione dell'industria di un paese nella catena del valore globale e lo stato del potenziamento industriale rifletteranno in ultima analisi se la competitività internazionale dei prodotti è in costante miglioramento, specialmente in industrie high-tech. Se la competitività dell'azienda è migliorata, è necessario esaminare i cambiamenti nella competitività industriale dal punto di vista del commercio globale.

L'esperienza di sviluppo di molti paesi mostra che la capacità di migliorare continuamente la posizione della catena del valore globale è il requisito fondamentale per uno sviluppo economico sostenibile, e il potenziamento industriale è una manifestazione diretta del miglioramento della divisione del lavoro nella catena del valore globale. Da una prospettiva internazionale, negli ultimi anni, l'economia reale della Cina ha subito grandi progressi nella sua trasformazione e riqualificazione.

In termini di scala globale, negli ultimi anni la quota della Cina delle esportazioni di beni è aumentata costantemente, indicando che la competitività complessiva è in costante aumento. Anche se la produzione cinese affronta sfide come l'aumento del costo del lavoro e il declino dei vantaggi competitivi del commercio globale a basso costo è entrato in un periodo di bassa crescita o addirittura di crescita negativa, ma la quota globale della Cina è generalmente in aumento. Nel 2012, le esportazioni cinesi hanno rappresentato il 10,1% del totale mondiale. Entro il 2015, le esportazioni totali della Cina hanno raggiunto 2,23 trilioni di dollari, pari al 14,9% delle esportazioni totali mondiali. Nel 2016 è diminuito, ma nel 2017 è salito a oltre il 14%.

In termini di prodotti tecnologici di fascia bassa, la competitività internazionale della Cina è leggermente diminuita. Dal 2012, i paesi in via di sviluppo come l'India e il Vietnam hanno beneficiato di vantaggi a basso costo e trasferimento industriale e si sono sviluppati rapidamente nella produzione di fascia bassa. Ad esempio, le esportazioni totali indonesiane di prodotti tecnologici di fascia bassa sono aumentate da 21,6 miliardi di dollari nel 2012 a 25,3 miliardi di dollari nel 2016, con un incremento del 19,0%; nello stesso periodo, le esportazioni di prodotti tecnologici di fascia bassa del Vietnam sono aumentate del 65,3%. Nello stesso periodo della Cina, era da 633,8 miliardi di dollari USA a 639,3 miliardi di dollari USA, con una crescita praticamente nulla. Tuttavia, in termini assoluti, nel 2016, le esportazioni totali di prodotti tecnologici di fascia bassa in Brasile, India, Indonesia, Vietnam e Thailandia sono state di 185,2 miliardi di USD, solo il 29,0% della Cina. Ciò dimostra che i prodotti tecnologici di fascia bassa di questi paesi non hanno ancora costituito una grande sfida per la Cina.

In termini di prodotti tecnologici di fascia media, la competitività internazionale della Cina è aumentata costantemente. Dal 2012 al 2016, le esportazioni cinesi di prodotti di tecnologia di fascia media sono aumentate del 3,5%. Sebbene l'aumento fosse piccolo, altre potenze produttive furono sostanzialmente contratte nello stesso periodo. Ad esempio, gli Stati Uniti sono diminuiti di 7,4 punti percentuali nello stesso periodo; La Germania è diminuita di 2,9 punti percentuali; Il calo del Giappone ha raggiunto il 18,6%; e le esportazioni di prodotti tecnologici di gamma media della Corea del Sud sono anch'esse diminuite del 6,5%.

In termini di prodotti tecnologici di fascia alta, la competitività internazionale della Cina è generalmente migliorata, ma è ancora instabile. Dal 2012 al 2016, le esportazioni totali di prodotti tecnologici di punta della Cina sono aumentate da 672,5 miliardi di USD a 680,6 miliardi di USD, con un incremento dell'1,2%. Nello stesso periodo, le esportazioni totali di prodotti tecnologici di fascia alta da Stati Uniti, Germania, Giappone e Corea del Sud sono diminuite da US $ 767,2 miliardi a USD 750,2 miliardi, con una diminuzione del 2,2%. Ciò dimostra che la competitività dei prodotti tecnologici di fascia alta della Cina è migliorata. Vale la pena notare che nel 2016, rispetto al 2015, le esportazioni cinesi di prodotti tecnologici di fascia alta sono diminuite significativamente del 7,7%, mentre gli altri quattro paesi sono diminuiti solo dello 0,9%. Ciò dimostra che la competitività dei prodotti tecnologici di fascia alta della Cina non è ancora stabile ed è soggetta a vincoli esterni quali diritti di proprietà intellettuale e componenti chiave.

Complessivamente, dal 2012, la competitività internazionale della Cina nei prodotti tecnologici di fascia bassa è leggermente diminuita, ma la competitività dei prodotti tecnologici di fascia media è notevolmente migliorata e anche i prodotti tecnologici di fascia alta sono migliorati. Va detto che il potenziamento industriale della Cina ha fatto progressi costanti.

Il modello di sviluppo della produzione globale sta affrontando un grande cambiamento

Nel 21 ° secolo, il mondo ha compiuto una serie di importanti scoperte scientifiche e tecnologiche. Tecnologia dell'informazione, tecnologia energetica, nuovi materiali, Internet of Things, big data, robotica e cloud computing stanno maturando e la produzione globale è entrata in un nuovo ciclo di rivoluzione industriale. . Il nuovo round della rivoluzione industriale ha notevolmente cambiato i vantaggi comparativi dello sviluppo produttivo e ha un impatto importante sui vantaggi comparativi, sulla divisione del lavoro e sulle tendenze di sviluppo future della produzione globale.

In primo luogo, l'importanza della quantità di manodopera e del costo del lavoro è ridotta e il tradizionale modello di trasferimento industriale può essere sovvertito. Dopo la seconda guerra mondiale, la legge fondamentale del trasferimento industriale globale era che i paesi sviluppati spostassero la produzione di fascia bassa verso i paesi meno sviluppati a causa dell'aumento del costo del lavoro e della perdita del vantaggio comparativo nelle industrie di fascia bassa. Ma il nuovo ciclo dell'industria ha ridotto drasticamente la domanda di manodopera attraverso tecnologie di produzione intelligenti, in particolare robot intelligenti a basso costo che sostituiscono la manodopera. Questo cambiamento ha permesso alla Cina di continuare a trattenere una parte considerevole delle industrie ad alta intensità di manodopera, e ha anche consentito ai paesi sviluppati di attirare il ritorno delle industrie tecnologiche di fascia bassa.

In secondo luogo, l'importanza del sostegno industriale e delle economie di scala è diminuita e l'importanza della capacità di innovazione è diventata più importante. Il nuovo ciclo di rivoluzione industriale ha aumentato la flessibilità della linea di produzione e l'importanza della divisione prodotto e della capacità di supporto è diminuita. Ciò ha permesso ai paesi su piccola scala di sviluppare grandi industrie che in precedenza erano difficili da sviluppare. Inoltre, la velocità delle varie nuove tecnologie è aumentata in modo significativo. I paesi tradizionali che hanno sviluppato vantaggi di alta qualità in termini di lavoro stabile e artigianato, come il Giappone e la Germania, potrebbero gradualmente indebolire la loro competitività industriale e la produzione si concentrerà nei paesi più innovativi come la Cina e gli Stati Uniti.

In terzo luogo, i produttori sono più personalizzati e più popolari e le società di produzione saranno più vicine alla base dei consumatori. Con la crescente domanda di consumatori personalizzati e l'ulteriore sviluppo di tecnologie di produzione flessibili come la stampa 3D e l'Internet industriale, l'industria manifatturiera rischia di passare gradualmente alla modalità di produzione locale, che si estende alle imprese e alle destinazioni di mercato. L'importanza di ulteriori aumenti. La Cina, gli Stati Uniti, l'Europa, il Giappone e altre potenze economiche o zone economiche ne trarranno beneficio, e un paese popoloso come l'India potrebbe anche beneficiarne (ma sarà limitato dal suo livello di reddito e potere di spesa) e il decentramento della produzione promuoverà ulteriormente integrazione regionale e sviluppo della liberalizzazione del commercio.

Combinando i tre effetti di cui sopra, a breve termine, da un lato, la velocità del trasferimento di produzione globale verso i paesi in via di sviluppo rallenterà e la produzione della Cina rimarrà competitiva per un periodo di tempo più lungo; d'altra parte, la produzione globale tornerà nei paesi sviluppati. Ci saranno sempre più fenomeni, che mostrano le caratteristiche di "estensione verso il basso" delle industrie dei paesi sviluppati. Nel lungo periodo, la divisione manifatturiera globale sarà sempre più vicina alla base di consumo e la scala di consumo di ciascun paese diventerà un fattore importante nel determinare l'entità della produzione.

Partendo da tre aspetti, promuovendo il continuo aggiornamento dell'industria manifatturiera cinese

Al momento, dovremmo cogliere con fermezza il periodo di opportunità strategiche per la riforma produttiva globale, promuovere il continuo aggiornamento dell'industria manifatturiera cinese e cercare di creare nuovi vantaggi nella competizione internazionale.

Innanzitutto, ottimizzare l'ambiente imprenditoriale e ridurre l'onere per le imprese di rafforzare i servizi è un mezzo importante per migliorare ulteriormente la competitività industriale. Dato che il vantaggio tradizionale a basso costo della Cina è indebolito, specialmente di fronte alla concorrenza sulla riduzione delle imposte guidata dagli Stati Uniti, la Cina deve ridurre ulteriormente l'onere delle tasse e delle tasse aziendali e consentire alle imprese di soddisfare la concorrenza. Inoltre, è necessario rafforzare il servizio del governo alle imprese, in particolare per fornire una serie di ambienti istituzionali che favoriscano la spinta innovativa delle imprese.

In secondo luogo, migliorare vigorosamente l'ambiente di mercato e rafforzare la coltivazione della fiducia dei consumatori nei prodotti nazionali, che è il nucleo di esercitare la forza trainante della domanda e stimolare il potenziamento industriale. Nei tre collegamenti di "impresa", "mercato" e "consumatore finale", l'"impresa" cinese ha una forte vitalità e competitività, il "consumatore" ha urgente bisogno di aggiornamento e attualmente "il mercato" è lo short board più importante. Allo stato attuale, vi è l'urgente necessità di aumentare sostanzialmente gli investimenti del governo nell'ispezione di qualità delle merci, adottando ampiamente nuovi mezzi come Internet per divulgare pubblicamente e in modo completo ed efficace le informazioni di qualità dei beni e aumentare la protezione dei diritti dei consumatori e interessi e passare dalla "priorità aziendale" alla "priorità del mercato" nella vigilanza del mercato. Il concetto di "priorità cliente" crea pienamente l'ambiente di mercato in cui i consumatori possono "acquistare a proprio agio" ed esercita il ruolo dell'enorme scala di mercato della Cina nell'economia reale.

Il terzo è quello di aumentare ulteriormente il ritmo di apertura verso il mondo esterno, che è la pressione e l'incentivo per il miglioramento dell'economia reale. Le pratiche dopo la riforma e l'apertura hanno dimostrato che l'industria manifatturiera cinese non ha paura della concorrenza e la concorrenza è favorevole al miglioramento e allo sviluppo del settore. Pertanto, la Cina deve aderire al ritmo di apertura, in particolare l'apertura del settore dei servizi. Solo aprendo ulteriormente possiamo adeguarci alla tendenza di miglioramento della produzione orientata ai servizi e promuovere meglio lo sviluppo dell'economia reale.


Industria correlati Conoscenza

prodotti correlati

  • Gru a Torre QTZ50(5008)
  • Gru a Torre QTZ80(5810)
  • Gru a Torre QTZ80(5512)
  • P6022 Gru Topless
  • QTK20 Automontanti gru
  • 3023A gru Derrick